Il FabLab è un laboratorio di fabbricazione digitale organizzato secondo un preciso modello definito nel 2005 dal celebre dipartimento “Bits & Atoms“, diretto da Neil Gershenfeld, del M.I.T. di Boston e codificati nella Fab Charter.

Presso il FabLab sono presenti strumentazioni, attrezzature e macchine a controllo numerico che consentono la realizzazione di manufatti convenzionali e tecnologici attraverso tecniche di prototipazione rapida supportate dalle tecnologie digitali.

Le dotazioni tipiche di un FabLab comprendono, stampanti 3D, fresatrici CNC, tagliatrici laser, plotter da taglio CNC, laboratorio di elettronica, laboratorio di falegnameria, laboratorio di meccanica e attrezzature per la lavorazione dei metalli.

Il FabLab offre i suoi servizi al proprio territorio, permettendo al tessuto sociale ed imprenditoriale di condividere conoscenze, mezzi, strumenti e macchinari, favorendo lo sviluppo di progetti innovativi, la partecipazione collaborativa e l’accesso alle tecnologie digitali.

Il modello FabLab sta avendo una rapida diffusione a livello mondiale. Tutti i FabLab sono collegati tra loro in una rete globale di condivisione di conoscenze ed esperienze.